www.innamorato.it

www.innamorato.it

Caratteristiche

 L’amore è un gioco a somma diversa da zero. Un gioco si definisce “a somma zero” quando uno vince, e l’altro perde. Perché io vada a più dieci, tu devi scendere a meno dieci. La cultura occidentale, basata sulla competizione e sull’autoaffermazione, incoraggia il gioco a somma zero: la vita è una gara, alla quale non  basta partecipare. Bisogna vincere. L’esistenza di un vincitore implica l’esistenza di uno sconfitto. Spesso, di molti sconfitti. Questo tipo di gioco è molto rischioso. E generalmente non paga. Nemmeno negli affari (notoriamente, un buon affare è quello che si fa in due). Figurarsi allora se può andar bene in una coppia. Il “gioco” dell’amore è molto diverso dal gioco a somma zero. E da quelli a qualsiasi altra somma. In una coppia “vera”, uno più uno non fa tre, o quattro, o cento: la somma genera qualcosa di completamente diverso dai numeri di partenza, e dai numeri in assoluto. Nella coppia in cui esiste l’amore c’è un’ “integrazione”  che rende i suoi due componenti non solo “di più”, ma anche – e specialmente - diversi da se stessi, e diversi dalla loro somma.  L’amore produce qualcosa che gli antichi greci ben  conoscevano: la “dualità”. Nella coniugazione dei loro verbi, oltre al singolare ed al plurale, c’era infatti il “duale”: che connota un’azione (quella indicata dal verbo) condivisa da due persone. Nel latino il duale si andò perdendo, fino a scomparire. L’amore, “gioco” a somma diversa da zero  in quanto prevede una sorta di “fusione”  con l’altro, è possibile solo tra due persone “adulte”: fra due individui che possiedono un io ben strutturato. Solo in questo caso non esistono timori di perdita dei propri confini: e si può scegliere di rinunciarvi, per “confluire” nell’altro senza paura di smarrirsi.

google html
ads banners